Antonio Buonfiglio

Biografia

Antonio Buonfiglio è nato nel 1972 a Nocera Inferiore; dopo essersi formato agli studi artistici presso l’Istituto d’Arte di Salerno e l’Accademia di Belle Arti di Napoli si è trasferito a Francoforte, in Germania, dove ha lavorato come grafico dal 1992 al 1996.
Dal 1996 vive e lavora a Todi ed a Roma.
Tra le tappe più significative degli ultimi anni si ricordano le collettive “Cantiere 39” a Todi, nel 2001, la collaborazione con gli artisti olandesi della galleria ARTS-PLACE di Amsterdam iniziata nel 2004, dove espone e con i quali, nell’anno successivo, organizza una mostra nella città di Todi patrocinata dall’Ambasciata dei Paesi Bassi .Nel 2004 la collettiva “I maestri e i giovani nel piccolo formato”, ancora a Todi, e nel 2007 la collettiva “Tre artisti a Roccafiore”, Todi.
Tra le mostre personali si ricordano quella presso la galleria Perseo di Taormina, nel 2002, e nel medesimo anno quella al Teatro Imperiali di Francavilla Fontana (BR).
È del 2003 la prima mostra personale all’estero, ”Kunst im Kreisehaus”, a Nordhorn Germania; nello stesso anno gli viene commissionato dalla Azienda Perugina della Mobilità un complesso ed ambizioso monumento all’energia pulita dal titolo “Sintesi di equilibrio”, oggi esposto presso la stessa APM di Perugia.
Nel 2004 le personali in Germania ed in Olanda; la prima all’Istituto di Cultura italiana di Stoccarda, la seconda presso la Accademisch Medisch Centrum di Amsterdam. Dello stesso anno è inoltre la personale di sculture nelle cisterne romane di Todi.
Nel 2006 “Insideout”, mostra personale di sculture nella Necropoli di Crocifisso di tufo ad Orvieto e la personale di Roma presso la Biblioteca di Villa Mercede, durante la rassegna “Ateliers d’artista”.
Nel 2007 espone in Palazzo della Corgna a Città Della Pieve.
Si ricordano inoltre il primo premio di scultura del 2002, in occasione del concorso indetto dalla manifestazione “dop-art” che ha sede in Todi, ed il restauro di alcune sculture di maestri del Novecento, tra le quali: il Monumento ai Caduti di Albissola Marina di Leoncillo; Gli amanti antichi dello stesso artista, e, nel 2007 quello di una scultura in ferro di Arman nel giardino di Daniel Spoerri a Seggiano.
Nello stesso 2007 ha partecipato nella sezione “giovani generazioni” alla prestigiosa collettiva “Terra di maestri” presso Villa Fidelia a Spello.Nel 2009 espone alla Selective art di Parigi e nello stesso anno crea il manifesto per il Todi arte festival in cui è inserita una mostra personale di sculture.
Dal 2002 collabora con gli artisti Bruno Ceccobelli e Beverly Pepper.
Hanno scritto di lui: Hans Sizoo, Bruno Ceccobelli, Massimo Duranti, Massimo Mattioli, Marina Baruzzo, C.B. Pepper,Marco Alfano,Daniele Torcellini, Cristina Tafuri.